mercoledì, dicembre 17, 2014

Auguri & Notizie

Cari Amici,
Vi ringrazio per la collaborazione e i consigli che mi darete e che sono sempre molto preziosi.
Purtroppo le notizie provenienti da San Nicola Arcella non sono certo confortevoli circa i progetti di antropizzazione della spiaggia e la scelta di non realizzare la prevista “unione dei comuni” con i comuni costieri.  Forse sarà il caso di esprimere con ufficialità la posizione della nostra associazione su questi  argomenti attraverso un verifica con tutti voi.
Per intanto vi informo che mi sto impegnando per creare un contatto con i Presidenti di Italia Nostra e del FAI allo scopo di lavorare insieme sulla ipotesi che San Nicola Arcella con la sua Baia possa essere inserita tra le candidature al vaglio dell’Unesco per essere inserita nella lista delle località dichiarate patrimonio materiale dell’umanità, come sta avvenendo in questi ultimi mesi per altre località calabresi, ma anche per creare con queste prestigiose associazioni adeguata alleanze. 
Contemporaneamente con il prezioso aiuto del vice presidente Luciano De Martino abbiamo avviato l'iter del progetto “USCIAMO dal GUSCIO” dedicato ai ragazzi della scuola media locale. Luciano, che ormai vive a San Nicola Arcella, con il suo essere presente sul territorio e a tutti gli eventi locali, sta ricucendo con successo il rapporto con la popolazione locale.
Il prof Roberto Ligrone, nostro prestigioso socio, è in contatto con il Prof. Girolamo GIORDANO 
Direttore del Dipartimento di Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio e Ingegneria Chimica
 della UNICAL circa la nostra offerta di borsa di studio multidisciplinare  per una ricerca sulla  “Qualità delle acque costiere della Baia di San Nicola Arcella e  dell’isola Dino”, al fine di verificarne la  situazione esistente, le fonti di inquinamento e le prospettive, intitolata al comandante Giuseppe D’Elia primo benemerito presidente della Consulta dei Cittadini non Residenti in accordo con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione, Attività culturali, Politiche giovanili Comune San Nicola Arcella
Utilizzando la generosa proposta dell'avv. Renino, nostro socio, abbiamo offerto al sindaco e la amministrazione comunale il nostro contributo economico e fattuale al fine di assumere una posizione nel giudizio sull’inquinamento provocato dall’impianto di trattamento dei reflui di San Sago attraverso il fiume Noce.
Sollecitati da alcuni soci abbiamo chiesto al responsabile della Polizia Municipale di intervenire per verificare l’utilizzo della isola ecologica inaugurata questa estate come discarica a cielo aperto.
Per contro, gli alunni della Scuola media di San Nicola Arcella con le loro 56 firme, praticamente tutti gli scolari e qualche maestra,  ci hanno portato probabilmente a raggiungere 2* posto in Calabria nella classifica dei Luoghi del cuore 2014,  con “Baia di San Nicola Arcella” luogo da preservare e proteggere, con ben 2.657 firme.
A proposito  dei “Luoghi del Cuore” il FAI ha pubblicato il libro “I Luoghi del Cuore – L'Italia scelta dagli Italiani“che contiene schede e fotografie di quei  “luoghi del cuore” che hanno raccolto le maggiori adesioni nelle varie edizioni succedutesi nel tempo, tra cui  il nostro “L’Oasi ambientale di Punta Dino” del 2004. L’evento costituisce un importante risultato ottenuto per il territorio. Per questo abbiamo deciso di fare dono di una copia di questo volume al comune, alla biblioteca comunale e alla biblioteca scolastica della scuola media locale in occasione delle prossime feste natalizie. Il libro edito da Rizzoli è in libreria con un prezzo   di copertina di 39 euro.
Vi auguro un buon Natale sperando che il prossimo anno porti buone notizie a tutti noi dell'associazione che stiamo lavorando con alacrità per  migliorare la nostra amata San Nicola Arcella.
Rinnovandovi gli auguri vi saluto con affetto
Paola Bottalo Trissino

------------

P.S.  Abbiamo appena appreso di una felice congiunzione tra una nostra sollecitazione del luglio scorso al Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare - div. 2* Tutela della Biodiversità del Ministero dell'Ambiente a cui e' seguita una specifica direttiva recentemente presa in carico dalla sezione cosentina di Italia Nostra, alla quale ci siamo recentemente appellati per avere un supporto alla nostra azione per la salvaguardia del territorio, con una vibrante sollecitazione alla Regione Calabria inerente “l’ingresso dei barconi turistici nelle Grotte della Baia di San Nicola Arcella e specificatamente per la salvaguardia di quelle dell’Isola di Dino e dei suoi fondali”.

sabato, novembre 29, 2014

L'involuzione della specie

Gentile Presidente, cari amici,

Vi segnalo alcuni eventi, credo importanti, per il futuro assetto di San Nicola Arcella:

  •  Il Consiglio Comunale ha approvato la proposta del signor sindaco di "Unione dei comuni" tra San Nicola Arcella, capofila, con due comuni montani, Orsomarso e Papasidero, per alcune delle attività istituzionali. Per saperne di più  [....] 
  • È iniziata un forte battage da parte della amministrazione a favore del progetto di "Mobilità sostenibile", vincitore di un apposito bando. Un progetto che destina al suo "titolo" solo il 15% dei due milioni di euro preventivati ed il resto lo devolve alla realizzazione di strutture capaci di creare occasioni di apertura di strutture commerciali da parte di privati principalmente lungo la spiaggia della Marinella. Per saperne di più Vi segnalo il seguente link [...]
Un forte segnale di cambio di orizzonte che da una parte getta le basi della antropizzazione della Baia e dalla altra parte la esclude da una politica comune con i centri della parte calabrese del Golfo di Policastro e del locale Parco Marino. Modificandone le aspettative di sviluppo che avevamo immaginato investendo i nostri risparmi ed il nostro tempo libero in quella zona.

In tutto questo bailamme il GIP di Paola che ha istruito un giudizio a carico dei gestori dei depuratori di alcuni comuni viciniori, nella proprie conclusioni, spiega come mai il nostro mare è solcato da monnezza e schiumette varie. Per saperne di più Vi segnalo il seguente link [....] 
Ma anche che sta partendo il giudizio sugli effetti degli scarichi dell'impianto di San Sago sul mare che va da Tortora a San Nicola Arcella su cui  la nostra associazione ha chiesto alla amministrazione comunale di valuare la opportunità di costituirsi parte civile. Per saperne di più Vi segnalo il seguente link  [....] .

Ricordo che in altri tempi, vedi questione eolico, abbiamo coinvolto in problemi di questa portata tutti i 4.500 cittadini, residenti e non residenti, di San Nicola Arcella in un mailing ed in una sorta di referendum ed un convegno. 
Mi auguro che la nostra associazione sappia assumere posizione, facendo conoscere il proprio parere sugli argomenti segnalati.

Auguro a tutti un buon Natale
Francesco Nunziata
Presidente onorario
Associazione Amici di San Niccola Arcella - Onlus
cell. 3356495142,
francesco@nunziata.it,
www.francesco.nunziata.it

venerdì, novembre 14, 2014

Una mail del .. 2009 !



Re: associazione amici di san nicola arcella - onlus
Da: Studioenne (studioenne2005@libero.it) 
13 ott 2009 - 15:51

Gentili Amici


Sono tornata a metà settembre da S.Nicola dove non ho aperto il PC con 
regolarità e non ho visto il suo gentile messaggio.

Purtroppo non ho potuto partecipare alla riunione del 17 agosto perchè avevo 
ospiti mio figlio, mia nuora e i due nipotini di cui uno neonato!!!).
Ho potuto invece partecipare alla riunione del Sindaco in piazza il 24 
agosto.
Non penso sia stato giusto l'attacco violento sferratogli (che non ho
condiviso) perchè anzi trovavo coraggioso da parte del Sindaco presentarsi
...nella gabbia dei leoni!

Si è parlato di inquinamento delle acque.
Oggi sentiamo addirittura che nel cosentino sono stati abissati rifiuti
tossici!!!!
Il povero sindaco di S.Nicola ha potuto rispondere solo con i dati che
risultano dal suo depuratore, nè poteva fare di più.

Sono dell'idea che i problemi da sollevare fossero tanti di più e non tutti 
IRRISOLVIBILI:

1.  GESTIONE RIFIUTI E DISCARICA OGGETTI VOLUMINOSI.   Le ordinanze sparse
per il paese mostrano un certo interesse per il problema ma  l'attenzione
deve essere approfondita, studiato meglio il problema e relativa soluzione.
Deve essere nota a tutti la località in cui c'è la discarica differenziata
(se non esiste VA CREATA PRONTAMENTE) e questo non comporta una spesa
abnorme solo tanta volontà politica.

2. INQUINAMENTO SONORO:   I luoghi di villeggiatura non devono essere tutti
una copia di ..Rimini e Riccione.

Chi vuole un certo turismo di massa ha centinaia di destinazioni a
disposizione.
Un Sindaco di S.Nicola deve essere orgoglioso di offrire una vacanza di
qualità  (qualità in molti sensi, dal buon gusto in tutte le sue
espressioni, eventi culturali, buona musica) e le discoteche (senza le quali
pare che non si possa vivere!)  devono essere ...arginate.
Il Clubbino infatti con le sue casse al massimo volume INQUINA letteralmente
tutta la Baia Azzurra  -  che gli sta di fronte -   (e non solo)  in orari
assolutamente proibiti dalla legge.   (esattamente dall'1 alle 4).  Un po'
di polso in più e anche le abitudini dei ragazzini si possono
...raddrizzare.
Quest'anno, poi, al Clubbino si è aggiunto un altro locale sulla spiaggia -
non so bene come si chiami - che animato da un forsennato che credeva
probabilmente di dispensare felicità ai dementi che gli stavano davanti
inframmezzava i pezzi di musica con urli belluini, incitazioni a non si sa
bene cosa e così via per tutta la notte.  Si potrà fare qualcosa andando in
questo locale e controllando che i comportamenti siano per lo meno
CIVILI!!!!!

3.  AGENZIA DI VIAGGI  .  Visto che esiste, perchè non potrebbe anche essere
efficiente?  O meglio:  Basterebbe tenerla APERTA nei normali orari di
negozio, magari con una biglietteria ferroviaria.   Può essere il Sindaco o
gli stessi Amici di S.Nicola che prendendo contatto con il proprietario
facciano in modo che esista il servizio che l'agenzia può offrire.

4.  STABILIMENTI BALNEARI.   Pare che i rifiuti organici dei WC vadano a
mare.  Penso che questo vada appurato nella sede competente ed ogni
stabilimento dotato di un impianto di pozzo nero, controllato e ripulito
annualmente.  Certo non si può pretendere l'allacciamento di ogni
stabilimento alla rete fognaria che è molto più in alto nel paese, ma i
pozzi neri sono già una soluzione migliore del semplice scarico a mare.

5.  BARCONI PER TURISMO.  Una mattina ero ormeggiata davanti all'Arco magno
per fare un bagno nella prima mattinata ed il barcone Galatea, dopo aver
finito il primo giro della giornata si è ormeggiato proprio a fianco
all'isoletta  e dopo pochi minuti il mare pulito si è sporcato rattamente.
Anche su questi signori si può fare un controllino e parlare civilmente.

6.  CIRCOLAZIONE VIARIA.  Il 1 settembre abbiamo visto operai ...affannarsi
a creare sensi unici, stop e circolazione razionalizzata nella strada che
porta ai Delfini.   Con il nuovo piano viario non si potrà più imboccare la
strada che parte all'altezza della Casa di Riposo Anziani, ma continuare la
strada e fare il grande giro costeggiando il mare.
Me li immagino tutti i ragazzini in motorino, senza casco, e in costume da
bagno che dovendo andare al villaggio Arco Magno (per es.) faranno tutto
quel giro|!!!
Ma la cosa più buffa è stata ancora un'altra.  Il giorno dopo tutti i
cartelli erano ben impacchettati con plastica nera, coperti e inutilizzati.
Che si aspetta, l'anno venturo?  Con il vento che c'è già stato in questi
giorni le povere plastiche erano già penzoloni e così gli abitanti si
abitueranno subito a vedere i nuovi cartelli che NON DEVONO  essere
rispettati!!!!

Al momento non mi vengono altri problemi.
Vorrei precisare che la sottoscritta non è affatto una disfattista.  Il
posto è bello e tutti vogliamo adoperarci perchè migliori e non sia rovinato
(come già tutti mi dicono che sia!!!). Sono convinta che lo spirito di
collaborazione di tutti può essere un ottimo strumento di protezione per
S.Nicola e non voglio nemmeno ascoltare le voci che dicono che gli Amici
di S.Nicola non hanno nessun potere.  A mio avviso il Sindaco non può che
trarre vantaggio da un simile gruppo, se veramente ha a cuore il bene del
suo paese.
So anche che i politici, di solito, non sono proprio del tutto sinceri ma 
sperare non costa niente!

La ringrazio per l'attenzione e la saluto molto cordialmente
Antonella Pizzardi

domenica, novembre 09, 2014

ASNA - Successo della raccolta di firme

Sta per chiudersi l'avventura 2014 che il FAI (Fondo ambiente Italiano) sta portando avanti con l'iniziativa i “Luoghi del Cuore”.  Al momento con il luogo del cuore "Baia di San Nicola Arcella" la nostra associazione, grazie all'impegno dei soci migliori, primo tra questi il tenace neopresidente Paola Trissino Bottalo, e' riuscita a raccogliere ben 2450 firme raggiungendo l'obiettivo di ottenere per questo luogo un particolare livello di attenzione da parte del FAI.
Al momento siamo classificati  al 61* posto, su circa 500,  in classifica generale.  Siamo naturalmente  1* posto per la provincia di Cosenza,  al 3* posto per la Calabria,  a 200 firme dal secondo e a 1000 firme dal primo.
Differenziale che spero voi possiate colmare in questi ultimi giorni di votazione, spingendo i più giovani, i vostri amici, i vostri figli e i vostri nipoti, a votare attraverso il sito web de "I luoghi del cuore"   Clicca qui per votare [....]  per guadagnare ancora qualche posto in classifica. Abbiamo tempo fino al 30 novembre 2014, in una competizione che quest'anno è stata particolarmente agguerrita ed ha, probabilmente,  superato il migliaio di segnalazioni.
Nel 2004 siamo risultati primi in Calabria con appena 365 firme per un luogo del cuore l "Oasi ambientale di Punta Dino" la cui integrità è attualmente sotto stretta osservazione da parte del FAI.

Vi ricordo che lo scopo di questa raccolta di firme a favore della “BAIA di SAN NICOLA ARCELLA”  è cercare alleati, voi e organizzazioni come il FAI, che possano rafforzare l'impegno per la tutela di questo splendido luogo, incalzando le istituzioni a controllare e verificare gli standard del vincolo paesaggistico ambientale, a cui la legge per la protezione dei Beni Ambientali del '39 la ha sottoposta, con adeguata diligenza.

martedì, ottobre 14, 2014

Incontro con "Italia Nostra"


Oggetto: Incontro-dibattito: “Sblocca Italia: osservazioni, proposte e rilievi…”

In riferimento al convegno in oggetto mi preme segnalarLe che lo Sblocca Italia assume che le opere pubbliche prescelte siano ancora utili, che queste vadano a beneficio di tutti i cittadini pur conteggiando nei suoi ritorni economici i soli lavoratori necessari a realizzare l'opera. Occupati a bassa tecnologia (sic!) e a tempo determinatodal tempo di realizzazione dell'opera pubblica stessa.
Con lo Sblocca Italia, sono stati avviati peraltro anche i Contratti di Sviluppo, gestiti da Invitalia   [http://www.governo.it/governoinforma/documenti/CdS_21_luglio_2014.pdf] , tra questi sembra abbiano approvato anche un progetto sul tema dello sviluppo delle aree depresse del Sud, capitolo Turismo, finanziando tre complessi alberghieri da realizzare in una area di pregio a cavallo tra Basilicata e Calabria sarà realizzato un grande albergo [http://www.gazzettadelsud.it/news/101480/I-Contratti-di-Sviluppo--in.html].
L'investimento approvato alla società Ro.Ma. Immobiliare, che comprende due alberghi da costruire a Maratea e, specificatamente, uno a San Nicola Arcella, in provincia di
Cosenza, vale un totale di 33 milioni di euro e produrrà, se tutto va bene, 108 nuovi addetti stagionali, mediamente 35 per struttura. 
Un investimento pari 305.000 euro (sic!) per addetto, la paga di 30-40 anni per addetto  del settore.

Un non affare che diventa tale solo per il finanziamento statale che moltiplica i soldi investiti dall'imprenditore. Circa 25 i milioni di euro finanziati, di cui 16 milioni di euro circa a fondo perduto e 9 milioni di euro circa in finanziamento agevolato.

Buttare soldi in un luogo, San Nicola Arcella, con 767 abitazioni occupate da residenti (ISTAT Censimento 2011) e circa 4200 seconde abitazioni con tre grandi strutture alberghiere orizzontali fallite e pronte ad essere trasformate in contenitori di un numero impressionante di seconde case a basso prezzo ad uso turistico, è da dementi.

Ma è ancora più da dementi cementificare, ancora, un luogo, San Nicola Arcella, simbolo delle bellezze naturali della Calabria e protetto , dai vincoli del Decreto Ministeriale del 15 dicembre 1969 (G.U. n° 8 del 10/01/70, che decreta: “La zona costiera sita nel territorio del comune di San Nicola Arcella (Cosenza) ha notevole interesse pubblico ai sensi della legge 29 giugno 1939, n. 1497”. Chi si prenderà la responsabilità di dare a questa struttura la licenza edilizia e il necessario beneplacito della locale Sopraintendenza? 
Un argomento che dovrebbe far rizzare i capelli a tutti!

Sperando di poter contare sulla vostra organizzazione per le nostre pluridecennali  battaglie per il la salvaguardia del territorio, distinti  saluti

Il presidente
Paola Albini Trissino del vello d'oro Bottalo

San Nicola Arcella 13 ottobre 2014

lettera indirizzata a:
ITALIA NOSTRA
Viale Liegi, 33
00198 Roma
Avv. Marco Parini
Presidente del Consiglio Direttivo Nazionale
---------
info@italianostra

p.c.
Dott.sa Irene Ortis
Paesaggi sensibili
---------
irene.ortis@italianostra.org

ITALIA NOSTRA
Via Panebianco 177/B
87100 Cosenza
Arch. Carlo De Giacomo
Presidente del Consiglio Regionale Calabria
---------


cosenza@italianostra.org

domenica, settembre 28, 2014

Soldi sprecati o ben utilizzati


Oggetto: Soldi sprecati o ben utilizzati
Gentile sig. Romano,
Ho sentito che il governo ha stanziato grosse cifre per far ripartire il SUD . Bene. Questi soldi pare siano siano stati destinati per la costruzione di nuovi alberghi di cui la Calabria (noi ci veniamo in vacanza da 30 anni) non sente proprio la necessita' anche perchè occuperebbe la manovalanza massimo 2/3 mesi all'anno per poi fallire dopo qualche tempo. (ne abbiamo visti molti casi). Perché invece non li destinano, questi o altri a risolvere il Grande problema SPAZZATURA ? Se ci fosse 1 bruciatore, 1 riciclo carta, 1 di vetro, 1 di plastica e 1 per fare concime con l'umido, non solo gli operai lavorerebbero tutto l'anno. Ma avremmo risolto il problema dello squallore della spazzatura che ci circonda, come da numerose testimonianze.

La ringrazio
Paola Trissino milanese ma innamorata della Calabria 

Da: Paola Bottalo Trissino <paolabottalotrissino@gmail.com>
Data: 04 settembre 2014 06:24:58 PM CEST

martedì, settembre 23, 2014

Azioni coese


Gentile Sindaco,

da notizie di stampa si apprende che, in questi giorni, Praia a mare e Tortora, oltre a Santa Maria del cedro e Grisolia, costituito un Gruppo di lavoro intercomunale per studiare come ottenere con delle azioni coese lo sviluppo, la redazione e la ammissione a finanziamento di progetti da attuare con Fondi Europei, fondi che garantiscano sviluppo territoriale e competitività specificatamente nei temi della innovazione, istruzione e formazione.

Si apprende altresì che, pur mancando poche settimane alla udienza fissata dal GIP di Paola per decidere sul rinvio a giudizio degli indagati nell'ambito dell'inchiesta sugli impianti di depurazione di San Sago, al momento si sono costituiti parte civile il solo comune di Tortora per la parte calabrese. Si ricorda che l'impianto in oggetto è installato a due passi quel Fiume Noce che, sfociando nell’ansa del Golfo di Policastro che va da Maratea a Capo Scalea, tanta influenza ha nella limpidezza e nel possibile inquinamento della Baia di San Nicola Arcella, senza volere entrare nei problemi connessi allo inquinamento dell’area Marlane, il cui processo poco supportato dalle amministrazioni locali langue, area che forse ha ancora grande influenza nell'inquinamento della costa, cose risultanti dalla mancata integrazione tra le polizie locali che genera mancati controlli e il perpetuarsi di possibili abusi non adeguatamente evidenziati e sanzionati.

Grazie dell'attenzione 

Arch. Paola Albini Trissino dal vello d'oro Bottalo

San Nicola Arcella 18 settembre 2014

-------

P.S. mando i miei saluti al paese che è' sempre nel mio cuore

giovedì, settembre 04, 2014

ASNA i primi passi del nuovo Consiglio Direttivo

Il neoeletto Presidente, l'architetto contessa Paola Albini Trissino dal vello d'oro Bottalo, ed i componenti presenti del Consiglio Direttivo della Associazione Amici di San Nicola Arcella - onlus hanno incontrato in questi giorni alcuni membri delle istituzioni pubbliche e private locali, dopo aver presentato con una nota scritta, in forma ufficiale, il neoeletto Consiglio Direttivo all'amministrazione comunale di San Nicola Arcella, "manifestando l'esigenza che la associazione possa rappresentare nei confronti dalla amministrazione comunale un punto di riferimento sulle iniziative che verranno intraprese sul territorio nella considerazione che il territorio di San Nicola Arcella, per le sue bellezze naturali, merita ogni forma di tutela, sia sotto il profilo della purezza delle acque marine che per la conservazione dell'ambiente naturale, per realizzare compiutamente uno sviluppo turistico nel segno della sicurezza e della crescita economica del territorio" e richiedendo chiarimenti e stato di avanzamento circa le principali tematiche al momento sul tavolo, nella separazione più netta possibile tra le aspettative della politica e bisogni della società civile.

Molto costruttivi gli incontri con il maggiore imprenditore locale, l'ingegner Filiberto Forestieri, per discutere dello stato della imprenditoria locale; il Presidente, Giuseppe D'Onofrio, ed alcuni membri della "Consulta dei cittadini non residenti" per offrire a questa organizzazione il sostegno professionale dei propri associati; il Presidente della locale Protezione Civile, signor Mimmo Raso, auspicando concrete misure di tutela di pronto soccorso e di salvaguardia da eventuali incidenti nelle zone di balneazione nei mesi di luglio ed agosto, quando il flusso dei bagnanti e tale da creare un forte scompiglio persino nella circolazione stradale; il presidente della locale Pro Loco, dottoressa Filomena Pandolfi, riconfermando la più che decennale collaborazione in progetti di valorizzazione delle tradizioni del territorio, quale per esempio la costituzione di una delegazione Slow Food locale, e auspicando la completa operatività del Consorzio tra le Pro Loco del Golfo di Policastro; accompagnata dal sindaco Barbara Mele, il neoeletto Presidente ha poi incontrato la giovane ed efficiente Assessore alla Cultura, dottoressa Concetta Sangineto, per informarla sulla decisione di assegnare una borsa di studio universitaria sul tema "mare sporco" e sollecitare una nuova e più convincente (sic!) edizione del progetto "Le nostre Vie" [....], che tanto successo raccolse qualche anno fa tra gli scolari della locale Scuola Media.

L'architetto Trissino ringrazia, infine, i numerosi cittadini che hanno permesso il successo ottenuto dalla raccolta di firme per iscrivere la "Baia di San Nicola Arcella" nella lista dei "Luoghi del Cuore", iniziativa promossa dal FAI (Fondo Ambiente Italiano), dall'Associazione Amici di San Nicola Arcella e dal Comune di San Nicola Arcella che in pochi giorni ha già raggiunto circa le 1600 sottoscrizioni, al momento primo per la Calabria, premessa per favorire l'atteso ottenimento della "Bandiera blu".

Allegato

 San Nicola Arcella 5 settembre 2014
Associazione Amici di San Nicola Arcella

Il presidente presenta il neoeletto Consiglio Direttivo

Gentile Signor Sindaco,
Sono lieta di presentare il neoeletto consiglio alla amministrazione comunale di San Nicola Arcella manifestando la convinzione che la associazione possa rappresentare nei confronti dalla amministrazione comunale un punto di riferimento sulle iniziative che verranno intraprese sul territorio.

Il mio auspicio è fortemente voluto e condiviso da parte di tutti i componenti del Consiglio Direttivo nella considerazione che il territorio di San Nicola Arcella, per le sue bellezze naturali, merita ogni forma di tutela, sia sotto il profilo della purezza delle acque marine che per la conservazione dell'ambiente naturale per realizzare compiutamente uno sviluppo turistico nel segno della sicurezza e della crescita economica del territorio.
Per questo a nome del consiglio propongo alla sua attenzione una formale richiesta di chiarimenti sulle attività del amministrazione comunale relativamente alle principali tematiche più volte sollecitate dai presidenti pro tempore della associazione e qui sotto richiamate e sul loro relativo stato di avanzamento:
1) condotta sottomarina e sistemazione dello scarico del depuratore del Carpino;
2) scarichi di acque pluviali nella rete fognaria;
3) manutenzione e controllo delle fiumare;
4) misure di tutela sanitaria e di Protezione civile nelle zone di balneazione nei mesi di luglio ed agosto, quando il flusso dei bagnanti e tale da creare possibili cause di pericolo;
5) stato degli atti amministrativi relativamente all'approvazione di un finanziamento a favore della società Ro.Ma. per la costruzione di un nuovo complesso turistico a San Nicola Arcella.
6) necessità di ottimizzare la comunicazione delle ordinanze di interesse generale.
A nome del consiglio Le ricordo, infine, il vivo auspicio sia dell'associazione che dei turisti presenti sul territorio che siano concretamente avviate le procedure per ottenere la "Bandiera blu" come già avvenuto per tanti comuni della fascia Jonica.


Il Presidente
Arch. Paola Albini Trissino Bottalo

San Nicola Arcella  25 luglio 2014

lunedì, agosto 25, 2014

L’arch. Paola Bottalo ai vertici ASNA

Nello ambito della manifestazione "Incontro con i soci" che ha visto presenti molti soci e ospiti, lo architetto Paola Trissino Bottalo è stata acclamata Presidente della Associazione Amici di San Nicola Arcella onlus. Prima donna presidente in 15 anni di vita della associazione sostituisce lo ingegnere Pasquale Calia che rimane membro del Consiglio Direttivo con lo innesto di due nuovi consiglieri: Luciano De Martino, ex cancelliere al Tribunale di Milano, e Virgilio Caruso che ha lasciato la sua carica di Probiviro allo avvocato Ciro Renino che si unisce agli insostituibili Carlo del Vaglio e Walter Bruno.
Riconfermati i membri del precedente consiglio: il Prefetto Vincenzo Pellegrini, lo ing. Pietro Murchio, manager e presidente del Cinecircolo Romano, la professoressa Anna Maria Migliaccio che tanto bene hanno operato in questi due ultimi anni.
Il presidente uscente, nello elencare i numerosi interventi sulle istituzioni locali destinati a far crescere nel territorio la consapevolezza del bene ambientale di cui sono custodi, ha informato i molti soci ed ospiti presenti della decisione del Consiglio uscente di istituire una borsa di studio per giovani che intendessero svolgere una tesi sui problemi del mare, intitolata a Giuseppe D'Elia, Presidente e poi Vice Presidente della Consulta dei Cittadini non Residenti, autore, fra l'altro. della Carta dei servizi turistici [...], da qualche giorno pubblicata sul sito del comune.
Il dott. Francesco Carlo D'Alessandro, titolare della SODIET, società di Consulenza di Direzione Aziendale con sede a Milano. il prof. Roberto Ligrone,  del Dipartimento di Scienze e Tecnologie ambientali, biologiche e farmaceutiche Seconda Università di Napoli, la dott. Silvia Giacomantonio, giornalista di RAI International, il dott. Alfredo Ferraro fanno parte dei Gruppi di Lavoro a supporto del Consiglio Direttivo.
Gli intervenuti alla manifestazione tenutasi sul prato antistante la Torre Crawford hanno poi potuto ascoltare le considerazioni di Andrea Polizzo, redattore di RETE3 Digiesse, su come il territorio sta affrontando i suoi annosi problemi di vivibilità e apprezzato l'intervento sul tema dei rifiuti di Filomena Pandolfi, Direttore Generale del Consorzio Valle Crati. I presenti hanno poi potuto usufruire, con il sottofondo della suadente concerto del duo “Axens duo project”, della visita della Torre Crawford guidati da "Cristina" per conto della locale Proloco.

In tarda serata si è discusso delle Torri costiere con il gruppo di progetto che sta curando la programmazione di un intervento di manutenzione e valorizzazione a valere suoi Fondi Europei.

domenica, agosto 10, 2014

San Nicola Arcella, ASNA si promuove

Riuscitissima serata ieri alla Terrazza del Villaggio del Bridge, per un torneo organizzato dall'associazione Amici di San Nicola Arcella. Il dilettevole si è' unito all'utile di far conoscere a quanti non fossero già tra gli "amici" le finalità dell'associazione . Le ha illustrate in un breve speech introduttivo il presidente protempore dell 'associazione, l'ingegner Pasquale Calia, parlando dell'impegno speso a favore di San Nicola Arcella e della preservazione dell'ambiente e del mare in particolare. In questo filone, il presidente Calia, ha annunciato la decisione della associazione "Amici di San Nicola Arcella" di istituire una borsa di studio per giovani che intendessero svolgere una tesi sui problemi del mare, intitolata a Giuseppe D'Elia, Presidente e poi Vice Presidente della Consulta dei Cittadini non Residenti, autore, fra l'altro. del CARTA DEI SERVIZI TURISTICI [...], da qualche giorno pubblicata sul sito del comune in una edizione preliminare e ridotta. La serata e' poi proseguita con i tornei previsti: di Bridge e di Burraco. Circa 130 i partecipanti numerosi e agguerriti, per trenta tavoli, su cui hanno gareggiato ben 60 coppie che, a tarda notte, hanno avuto la possibilità di rifocillarsi con un cornetto caldo molto apprezzato. Ai primi classificati, vincitori dei due tornei e con essi i vincitori di una speciale classifica riservata ai partecipanti soci della associazione Amici di San Nicola Arcella, il Presidente onorario dell'associazione, ha consegnato una lucente targa-ricordo.

venerdì, aprile 25, 2014

Cultura e Ambiente, oggetti misconosciuti


La stampa locale (Radio1One) evidenzia in questi giorni l'interesse delle associazioni locali per la salvaguardia e la valorizzazione del cultura e del paesaggio del territorio attraverso visite guidate gratuite dedicate alla divulgazione e promozione del patrimonio di architettura, arte e cultura del territorio.
Ma forse bisognerà prima riscoprirli questi beni!
Una iniziativa simile, "la passeggiata", condotta dalla nostra associazione, lo scorso lunedì di Pasqua,  partendo da San Nicola Arcella ha portato, con una salutare passeggiata lento pede , alcuni dei propri soci in cima ad una collina alle Bocche della Giara. Tra difficoltà di vario genere, strada sbarrata da catene, cani latranti, sentieri improbabili, ecc. , per concessione di un cortese pastore il gruppo ha trovato su un verde altipiano con uno splendido panorama i Ruderi di una Chiesa Basiliana (XI secolo) con una volta affrescata, semidistrutta, e abbandonata tra capre e .... antenne telefoniche.
Forse bisognerà, prima di proporsi azioni di valorizzazione, scoprire/riscoprire e catalogare i beni esistenti e riconoscerne i valori ambientali ed artistici.
Basta per questo osservare come intere aree protette dalla, misconosciuta, legge del '39 sulla protezione dei Beni Ambientali e Paesaggistici ( ad esempio Il territorio e la costa di San Nicola Arcella), vengano deturpate per favorire il turismo "mordi e fuggi".

Francesco Nunziata

venerdì, aprile 11, 2014

Consiglio Direttvo del 2 aprile 2014


Verbale della riunione di Consiglio Direttivo del 2 aprile 2014

Il 2 aprile 2014 si è riunito, alle ore 17,00, il Consiglio Direttivo dell’associazione regolarmente convocato con il seguente Ordine del Giorno:

1.  Aggiornamento attività amministrazione comunale
2. controllo avanzamento azioni avviate
3. Attività del Comitato Mare Pulito
4. Presa d’atto degli impegni assunti per il Palazzo del Principe
5. Progetto comunale di destagionalizzazione dei lidi

In attesa del Presidente, che ha comunicato il proprio ritardo per impegni imprevisti, risultano presenti, il consigliere Pietro Murchio e per il Comitato dei Garanti Carlo del Vaglio. Paola Bottalo, Vincenzo Pellegrini e Anna Maria Migliaccio assenti giustificati hanno inviato contributi alla discussione.
Partecipa alla riunione il Presidente Onorario Francesco Nunziata, che, ricordando la “mission” dell’associazione di cui all’articolo 2 dello Statuto, dichiara:
“Credo sia necessario  intervenire in una situazione ancora gestibile che rischia di degenerare in un ennesimo disastro paesaggistico ambientale per il paese.   Si stanno,  infatti, verificando a San Nicola Arcella,  in Area Turistica Ambientale Protetta dalla legge 29 giugno 1939, n°1497,  atti e fatti che fanno temere l’ultimo e definitivo assalto al tentativo di urbanizzazione del fronte mare e delle spiagge.
Tentativo avvalorato dallo scempio operato in zona  protetta ai piedi del Palazzo del Principe in corrispondenza del Lido Le Terrazze, dove è stato permesso la installazione di un gazebo/ristorante con attraverso l’uso di una concessione demaniale (sic!) temporanea presto trasformata di fatto in annuale. Procedimento in  cui a nulla è servito la opposizione del confinante, l’ingegnere Pasquale Calia.  
Una serie di delibere (la cui validità è contestata perfino dai consiglieri di minoranza) sulla destagionalizzazionedelle concessioni balneari,  con possibilità di allestire punti di ristorazione stabili, presa in carico ed approvata da una “Conferenza dei Servizi” andata quasi deserta (i cui i pochi enti presenti in persona o rappresentati  con dichiarazione scritta rimandano alla verifica della compatibilità' ambientale da parte della locale Soprintendenza ai Beni Ambientali), che fanno da cornice ad un Piano Spiaggia che per essere valido, abbisogna ancora del visto del Dipartimento 8 della Regione Calabria.. Senza contare il rinnovo fino al 2020, con l'estensione all’intero anno, delle concessioni demaniali  per  alcune delle imprese balneari che operano sul territorio, in netto contrasto con il recente "Documento per la Politica del Paesaggio in Calabria".  delibera n° 501   approvato dalla Giunta Regionale del 30 Dicembre 2013  in attuazione della legge Regionale nr. 19/2002 e s.m.i., Legge Urbanistica della Calabria.
Azioni che, nonostante sia ancora possibile il ricorso al T.A.R. (8 aprile ) o al Presidente della Repubblica (8 giugno), sembra, allo stato dei fatti,  essere legate, in cascata, al solo filo della sensibilizzazione delle Istituzioni  Superiori che vigilano sull’operato degli Uffici di Cosenza della Sovraintendenza ai Beni Ambientali, al momento ultimo tentativo praticabile.”




Alle ore 17.30 il Presidente Pasquale Calia intervenuto, edotto di quanto avvenuto nel frattempo e constatata la presenza dei consiglieri, dichiara valida la riunione. Francesco Nunziata viene chiamato a fare da Segretario.

Il Presidente, preso atto che:

- il consigliere Prefetto Vincenzo Pellegrini con mail del 1 Aprile 2014 ore 22:26 con soggetto Re: ASNA - convocazione consiglio, dichiara:
Desidero esprimere la mia adesione alle iniziative ed alle attività intraprese dall'Associazione, che sta operando in modo fattivo sensibilizzando nelle sedi competenti le Autorità e gli Enti interessati. Auspico vivamente che i nostri interventi siano tenuti nella dovuta considerazione e che si ottengano i risultati sperati.
Condivido i punti previsti all'ordine del giorno ed appoggio le proposte formulate.
In particolare metto in evidenza la gravità dei rischi paventati al punto n. 5, lett. b) dell'OdG sulla possibile arbitraria antropizzazione del fronte mare, delle spiagge e dei luoghi di interesse artistico, paesaggistico e culturale.
Ribadisco quanto proposto in ordine all'istituzione di presidi sanitari presso le aree di balneazione più frequentate, aggiungendo l'opportunità di munire esse anche di una postazione con defibrillatore e ciò anche in considerazione della progressiva diminuzione dei prezzi dell'apparecchiatura in parola.

-    il consigliere Paola Trissino Bottalo con mail del 1 Aprile 2014 ore 22:14 con soggetto Ordine del giorno :considerazioni, dichiara:
Gli argomenti presentati nell'ordine del giorno siano molto validi e decisamente seri.
Controllare che non ci sparino delle aliquote sulle nostre case troppo disastrose ed impedire che ci installino le pale eoliche sulla nostra testa (nessuno conosce Vittorio Sgarbi? sarebbe utile contattarlo in proposito!)
Ottima la documentazione suggerita ai borsisti (ma ci sono e quanti sono? )
Concordo che i natanti turistici oltre a inquinare sono molto pericolosi anche per la troppa vicinanza a riva.
Faccio i miei complimenti a Salvatore Barretta per la grandiosità del Suo progetto che non solo migliorerebbe il turismo di S.N.A. ma fornirebbe una valangata di Posti-lavoro, cose che non dovrebbero essere sotto valutate.
Anche il problema delle vie di fuga dalle spiagge va considerato anche se fino ad ora ci e' sempre andata bene come pure e' importante e salutare l'istituzione di presidi sanitari.
Tutto il resto è altrettanto O.K. di mio ci metterei solo la richiesta di un Bagnino (con la B Maiuscola ) in ogni stabilimento balneare, come da regolamento, che dall'alto del suo osservatorio possa controllare i bagnanti e sopratutto i bambini in difficoltà.
Augurandovi buon lavoro (ce la farete?) attendo le vostre decisioni  e dichiaro la mia adesione alle iniziative ed alle attività intraprese

-       il consigliere Anna Maria Migliaccio con mail del 2 Aprile 2014 ore 10:24 con soggetto Re: ASNA - convocazione consiglio, dichiara:
Condivido i punti previsti all'ordine del giorno e appoggio le proposte formulate

hanno espresso la loro opinione sugli argomenti all’ordine del giorno e la loro approvazione delle relative proposte, passa alla discussione:

Punto 1 OdG – Il Segretario informa che sono state emesse ed approvate le delibere riguardanti le tariffe da applicare per il 2014, a cui si rimanda. In somma l’IMU è stata ulteriormente aumentata portandola al 10,6x1000, la Tarsu è stata parametrata ai mq, la tariffa del sistema Idrico Integrato è rimasta uguale a quella dell’anno precedente e collegata ad una auto lettura. Nonostante una vibrata protesta (prot. 4/2014 del 18 febbraio 2014) della Consulta dei Cittadini non residenti integralmente rigettata dalla amministrazione comunale (prot. 5/2014 del 18 febbraio 2014). Dell’esito della programmata Conferenza dei Servizi sull’Impianto Eolico non si hanno notizie. Del progetto destagionalizzazione si è detto in apertura di consiglio.

Punto 2 OdG –per quanto attiene il Progetto istituzione di una borsa di studio per una tesi di laurea sulle possibili cause di inquinamento delle acque marine nella baia di San Nicola Arcella, il Presidente informa di aver preso contatti con l’UNICAL. Il Consiglio Direttivo, all’unanimità, su proposta del Presidente Onorario, delibera di dedicare la Borsa di Studio al Comandante Giuseppe D’Elia, primo combattivo Presidente della Consulta dei Cittadini non Residenti-Turisti, recentemente scomparso.
Per quanto riguarda la regolamentazione dell'uso dei natanti turistici e la interdizione della zona dell'Arco Magno ai natanti a motore, il Presidente informa che sarà fatta pervenire in tempo utile per l’avvio della stagione estiva una apposita nota alla Capitaneria di Porto e al Parco Marino, istituzioni con le quali si spera di avere un incontro al più presto.
Per quanto riguarda la Difesa del verde la nostra associazione, con nota del 3 giugno 2013, ha sollecitato un intervento a tutti gli Enti interessati a cui ha prontamente risposto il Corpo Forestale dello Stato con i cui emissari è programmato un incontro nei prossimi giorni. Il Consiglio prende atto

Punto 3 OdG – Il Presidente informa che la nostra associazione è entrata a far parte del ”Coordinamento Mare Pulito”. Del comitato fanno parte WWF, Italia Nostra, VAS, Forum Ambientalista del Tirreno, Amici di San Nicola Arcella - onlus, Comitato Civico Natale De Grazia, Arci Piera Bruno, Auser Circolo di Paola, AC.Subacqua Diving Club, Comitato Differenziamoci, Comitato Mare Pulito di Paola. Il Coordinamento Mare Pulito del Tirreno ha come interesse principale la tutela e salvaguardia dell’ambiente marino, afflitto da anni da gravi problematiche legate ad una gestione inadeguata e assolutamente inefficace. Nei giorni scorsi si è svolta il secondo incontro a Paola al quale è intervenuto il dott. Nicola Cantasano, che ha relazionato sulla possibilità reale di far coesistere sviluppo antropico e tutela di ambiente e territorio attraverso piani mirati ed ecosostenibili. Oltre al dott. Cantasano, rappresentante WWF e responsabile scientifico del Parco Marino Regionale Scogli di Isca, collaborano con il coordinamento il dott. Emilio Sperone, docente di zoologia marina presso l’Università della Calabria, e Piero Di Giuseppe, direttore del Parco Marino Regionale Riviera dei Cedri. Primo obiettivo realizzare una mappatura del territorio sulla condizione degli impianti di depurazione. Il Consiglio prende atto

Punto 4 OdG – Su richiesta del Presidente, il Segretario illustra il contenuto della “Dichiarazione di intenti per interventi, azioni ed attività volti ad integrare il processo di valorizzazione culturale del bene all’interno del territorio”, stipulata dalla nostra associazione su richiesta dell’amministrazione comunale il 28 febbraio 2012, riguardante le possibili proposte di utilizzo degli spazi attrezzati del Palazzo del Principe ad essa eventualmente assegnati, di cui si allega copia, il Consiglio prende atto..

Punto 5 OdG – Il Consiglio approva la proposta del Presidente di richiesta alle Istituzioni a ciò delegate di rendere pubblici il Piano di Protezione Civile circa la agibilità dei luoghi e la disponibilità delle autorizzazioni relative (fascia di rispetto ferroviaria, agibilità dei passaggi di accesso, sicurezza dell’innesto sulla SP 1, ecc.), l’eventuale Piano di Evacuazione (vie di fuga dalla spiaggia), il Progetto di istituzione di Presidi Sanitari in prossimità delle aree di balneazione ed il relativo Progetto per la rete di comunicazioni e di segnalazioni stradali, richiedendone copia. Azioni richieste dalla Consulta dei Cittadini non Residenti a margine della Conferenza dei Servizi sulla destagionalizzazione.
Per quanto riguarda l’informativa sul processo di approvazione del Piano di destagionalizzazione, il Presidente, ricordando che l'associazione con sollecitazione (allegato 1) del 3 giugno 2013 a tutti i 17 Enti invitati alla Conferenza dei Servizi ha già messo in evidenza la necessità di tener conto che “La zona costiera sita nel territorio del comune di San Nicola Arcella (Cosenza) ha notevole interesse pubblico ai sensi della legge 29 giugno 1939, n. 1497, ed è quindi sottoposta a tutte le disposizioni contenute nella legge stessa.”. legge che, in sostanza, dovrebbe impedire qualsiasi alterazione stabile del territorio e del relativo ambiente, rimanda alle residue opportunità illustrate nella dichiarazione del Presidente Onorario di cui sopra.  

In ultimo il Consiglio Direttivo, Per quanto riguarda una eventuale iniziativa da organizzare nel periodo pasquale, decide di proporre ai soci che fossero interessati di partecipare alla passeggiata “disintossicante” per San Nicola Arcella e il suo circondario che alcuni soci da anni fanno il lunedì di Pasqua. Iniziativa i cui termini di partecipazione saranno comunicati via mail al più presto possibile.

A questo punto, non essendovi null’altro da discutere, il Presidente dichiara chiusa la riunione alle ore 18 e 15.


                Il Presidente                                                          Il Segretario
            ______________                                               _________________
             Pasquale Calia                                                 Francesco Nunziata




venerdì, gennaio 31, 2014

Consiglio Direttvo del 29 gennaio 2014

Associazione Amici di San Nicola Arcella - onlus
Riunione del Consiglio Direttvo

mercoledì  29 gennaio 2014  alle 17,30
presso il CINECIRCOLO ROMANO
VIA NOMENTANA 333/C 
ROMA ,


OdG dell'incontro:
1.    eventi accaduti a San Nicola negli ultimi tempi (IMU, Consulta, Progetto Centro Storico, Impianto Eolico, delibera destagionalizzazione, ecc.)
2.    azioni da avviare nel prossimo trimestre (iniziative per Pasqua,
3.    implementazione  progetto "Grand Corniche"  -  valorizzazione dei quattro punti panoramici posti sulla SP 1, tra Praja e San Nicola Arcella, i più belli del Golfo di Policastro. Completamento del progetto   e richiesta di dichiarazione di bene ambientale ai sensi della legge del '39 
4.    Distretto Turistico costiera del Golfo di Policastro
5.    istituzione di una borsa di studio per una tesi di laurea sulle possibili cause di inquinamento delle acque marine nella baia di San Nicola Arcella.

Argomenti proposti dai soci:


  •       Istituzione di presidi sanitari (ambulanza ed ambulatorio con presenza di medici) in prossimità delle aree di balneazione (prefetto Vincenzo Pellegrini  consigliere)

  •       Richiesta di un piano di Protezione Civile per  le vie di fuga dalla spiaggia che comprende l'Arco Magno e l'Isola di Dino. (Virgilio Caruso, dirigente comune di Cosenza)

  •       Regolamentazione dell'uso di vecchi barconi malandati per il trasporto dei bagnanti all'Arco Magno. Interdizione della zona dell'Arco Magno ai natanti a motore (prof. Roberto Ligrone Dipartimento di Scienze e Tecnologie ambientali, biologiche e farmaceutiche Seconda Università di Napoli)

  •        Abbattimento del Rudere di Vannefora (de Matteo in rappresentanza dei condomini)
Informativa su :
-                           San Sago, incontro con WWF, Progetto Torri, ecc.

I consiglieri che non potranno intervenire possono dichiarare con una comunicazione mail la propria posizione sui temi sopra elencati, da inviare prima del giorno della riunione.

I danni dei barconi

From   ""Roberto Ligrone"" [roberto.ligrone@unina2.it] Add to Contacts  
To   "'associazione amici di san nicola arcella onlus'"
Subject 
 grazie
Date  08/01/2014 12:06
Headers  View all headers
Caro Presidente
Grazie per l'impegno e l'attenzione ai problemi del luogo che amiamo. Un
aspetto che mi sembra sottostimato è l'uso di vecchi barconi malandati per
il trasporto dei bagnanti all'Arco Magno. Regolarmente, in luglio e agosto,
nel giro delle prime ore del mattino la superficie del mare è ricoperta da
un velo di gasolio che rapidamente diventa melma maleodorante. Questo senza
contare che la zona dell'Arco Magno dovrebbe comunque essere interdetta ai
natanti a motore, anche per ovvi motivi di sicurezza. Di fatto regna
l'anarchia totale. Quei poveracci (e mi fermo a poveracci) al Comune non ci
arrivano proprio a capire ciò che andrebbe realmente tutelato.
Un saluto cordiale e auguri di buon anno.
Roberto Ligrone

prof. Roberto Ligrone
Dipartimento di Scienze e Tecnologie ambientali, biologiche e farmaceutiche
Seconda Università di Napoli, Italy

Rudere di Vannefora

From 
  "emilio de matteo" [emigattonero@gmail.com] Add to Contacts  
To 
  associazione amici di san nicola arcella onlus
Cc 
  ritagemma.spadafora@istruzione.it,rianigro@tiscali.it,piercos5@tin.it,nonnacarla@interfree.it,marialuisa.hikmeta@alice.it,lrcipp@gmail.com,g.riccipetitoni@tiscali.it,a.focardi1@virgilio.it,5742@fiaip.it,a.bombonato@tiscali.it,alberto.piccio@fastwebnet.it,alessandrapavesi15@yahoo.it,m.andreotti@iss.it,ing.lanzaro@virgilio.it,roberto.ligrone@unina2.it,luciano.bonanno@gmail.com,argeolunga@libero.it,emar049@libero.it,gensmarino@libero.it,m.francia@assolegali.it,martizia@tiscali.it,Martine.Ferrard@gz-kehl.bwl.de,manuela.nun@libero.it
Subject 
 Re: Difesa del verde cittadino
Date 
 28/01/2014 21:40
Headers 



Buonasera,

Ho letto e preso nota di tutto cio' scritto in difesa del VERDE.  
Ma ci terrei a dire che CERTAMENTE  e' doloroso che in uno dei piu' grandi Parchi di ville disteso sulle colline di SAN NICOLA sono stati tagliati alla base alcuni decennali Pini Marittimi  ma, molto piu' doloroso e' vedere questo schifo di costruzione del MOSTRO di VANNEFORA  (Posto al di sotto del Poggio del Sole) vecchio--fracido--pericoloso-che sicuramente per essere costruito (ANCHE SU TERRENO FRIABILE E IN POSIZIONE PERICOLOSISSIMA- CON TANTE SCOSSE SISMICHE ) ha preso il posto di MOLTI--ma MOLTI ALBERI e nessuno si interessa di ELIMINARLO e ripiantare TANTI ALBERI .  
IL MOSTRO ILLEGALE di VANNEFORA , visibile a tutti da San Nicola e dalla statale  qualifica il processo di costruzioni abusive e mal riuscite del ventennio scorso.      
Anche questo vuol dire  SALVAGUARDARE IL VERDE CITTADINO

saluti a tutti    
EDE

.

Tutti i post

.....

Notizie dal comprensorio